Burattatrice

Stampa

Macchina all'origine progettata e costruita per la polverizzazione degli smalti ceramici, lavorazione tipicamente pesante. Dotata di una tecnologia talmente semplice, ma comunque massiccia, al punto da non avere bisogno di garanzie particolari e per la quale è prevedibile solo una manutenzione ordinaria legata all'usura delle cinghie nel tempo, ingrassaggio e poco altro. Il macchinario è composto da un cilindro in acciaio con uno spessore che varia da 8 a 15 mm, rivestito internamente con mattoncini di ALLUBIT. L'ALLUBIT è una lega di materiale speciale che, cotta a 3000 gradi, rende il materiale durissimo e indistruttibile. Il suddetto cilindro è ancorato a due piedistalli in acciaio, tramite supporti con cuscinetti. La movimentazione avviene tramite cinghie trapezoidali con riduzione a pulegge, il tutto trainato da un motore elettrico. Il macchinario è corredato da certificazione a norma CEE e relativo numero di matricola identificativo. il ciclo di lavorazione avviene con l'immissione del materiale da anticare ed acqua, tenendo presente di raggiungere il quasi riempimento del cilindro. Dopo di che la macchina facendo ruotare il tamburo provoca lo strofinamento e conseguente abrasione del materiale immesso con effetto finale di "anticatura". Quando si lavorano marmi e materiali delicati diventa importante il riempire quasi al limite con materiale ed acqua il cilindro, in quanto questo riduce lo scarto di lavorazione a zero, il materiale si antica per STROFINAMENTO e non "sbattendo". Il ciclo di lavorazione risulterà così estremamente silenzioso e in generale non serve l'uso di abrasivi. La sileziosità, l'assenza di impatto ecologico, il costo di manutenzione quasi nullo, la percentuale minima di scarto materiale, la robustezza strutturale del mulino sono i punti di forza di questo semplice ma valido strumento per l'anticatura di marmi, pietre ed affini.


 

Copyright 2011. Joomla 1.7 templates free. Framec marble machines italy